lunedì 25 novembre 2013

motivAzione | 5 consigli per tenere alta la motivazione alla dieta (prima parte)

Nel mio lavoro di Dietista ho conosciuto persone sulle cui probabilità di riuscita nessuno avrebbe scommesso un centesimo. E invece hanno viaggiato verso i loro obiettivi in modo così spedito da lasciare tutti gli scettici a bocca aperta.

Perché accade questo? Se ci figuriamo nella mente un grafico cartesiano, la motivazione non è una linea retta parallela all'asse delle ascisse ma è fisiologicamente fatta di alti e bassi. Durante un percorso che implica un cambiamento, la motivazione può essere alta all'inizio e poi pian piano calare. Oppure può essere bassa, quasi assente, per poi aumentare man mano.

Affinché anche tu possa riuscire a dimagrire con successo voglio darti dei consigli per tenere alta la motivazione. Ogni consiglio nasce dal ricordo, vivido nella mia mente, di un paziente che è stato in grado con questo accorgimento di muoversi in direzione degli obiettivi prefissati.

1. Non dipendere dall'approvazione degli altri: provare a cambiare per compiacere qualcuno è sbagliato. Se provi a dimagrire solo per far piacere a qualcuno, già in partenza il tentativo potrebbe avere un epilogo segnato. Alla base del tuo tentativo di dimagrire ci deve essere la tua volontà. Se anche altri ti appoggiano, tanto meglio.
Ma tu devi ritenere importante dimagrire.

2. Decidi il momento giusto: nel tuo percorso sei tu il direttore d'orchestra.
Quando ti senti pronto inizi.
Quando ti senti pronto fai un progresso.
Quando ti senti pronto finisci. 
Sarai tu a prendere l'iniziativa per ognuna di queste fasi e fare delle scelte per crearti l'opportunità di cambiare.

3. Tieni presente i tuoi obiettivi: dopo aver deciso di dimagrire, per mantenere alta la motivazione occorre che tieni presente i tuoi obiettivi. Non quelli di tuo marito che ti vorrebbe in una taglia 40, di tua figlia preoccupata per il tuo diabete o di tua madre che pensa che stai bene anche così.
Devi considerare quello che tu vuoi.

Riassumo i primi 3 consigli in una sola parola: assertività. Ovvero devi sapere cosa vuoi, cosa vuoi essere, come vuoi diventarlo e saperlo esprimere.

4. Pensa a come vorresti essere: evita di pensare a come non vorresti essere o a cosa non vorresti avere. Devi pensare a come vorresti essere e a come vorresti sentirti. Visualizzare un obiettivo positivo ti permetterà di raggiungerlo più facilmente.
Se hai una visione positiva ce la puoi fare.

5. Fa' tesoro dei tentativi falliti: se hai provato già altre volte a dimagrire ma senza successo, considerare come esperienze negative i tentativi precedenti non ti è utile. Al contrario quelle esperienze le devi ricordare e valorizzare! Nessuno meglio di te sa che cosa non è andato bene dei precedenti tentativi. Per riuscire finalmente a dimagrire, ricorda cosa può aiutarti e cosa invece può disturbare il tuo percorso.
Ti creerai così una "memoria storica" che sarà per te un tesoro preziosissimo.

L'appuntamento per i prossimi 5 consigli per tenere alta la motivazione è per lunedì prossimo. Ma intanto che ne pensi dei primi 5?

Nessun commento:

Posta un commento