lunedì 10 marzo 2014

motivAzione | Non sei l'unico che

Questo articolo ha, forse più di altri, molto della mia personale esperienza lavorativa. Le riflessioni di cui tra poco ti metterò a parte non sono strettamente tecniche ma aiutano coloro che sono a dieta e si trovano in un problema a non mollare.

"Se non è un articolo di taglio pratico, a che mi serve leggerlo?", potrebbe essere la tua domanda. Quando si ha un calo della motivazione, esprimere le proprie difficoltà è determinante per la loro risoluzione. E puoi esprimere le tue difficoltà solo se non ti senti solo (scusa il gioco di parole). Già sapere che altri sono o sono stati nella tua situazione ha un certo effetto rassicurante, come ho avuto modo di constatare.

Non sei l'unico che, dopo essersi alimentato correttamente per tutto il giorno, la sera sgarra e manda tutto a monte. 
Non sei l'unico che mangia bene dal lunedì al venerdì e nel fine settimana vanifica gran parte del ben fatto.
Non sei l'unico che dopo un mese di dieta fatta in modo preciso ricomincia a piluccare rallentando così la sua corsa.
Non sei l'unico che, quando inizia una dieta, vorrebbe non sentirsi in un carcere.
Non sei l'unico che vorrebbe avere un rapporto sereno con il cibo e con il proprio corpo.
Non sei l'unico che ci ha provato tante volte senza mai riuscirci. Ma non sei nemmeno l'unico che dopo aver raggiunto il suo peso ideale non è stato in grado di mantenere i risultati.
Non sei l'unico che usa il cibo come consolazione, gratificazione, compensazione per la sua insoddisfazione.
Non sei l'unico che fa abbuffate di nascosto perdendo la sensazione di potersi controllare.
Non sei l'unico che usa il cibo come modo per autodeterminarsi, per affermare la propria libertà, per dire voglio in contrapposizione ai tanti devo della quotidianità.


L'importante è che riconosci il tuo problema e ne parli senza paura né vergogna. Da una buona analisi partirai per la ricerca delle soluzioni. "Dottore', lo so, sono un caso disperato. Non ti sarà mai capitato un caso come il mio". Ebbene non sei l'unico. Ma il tuo problema puoi risolverlo. E puoi risolverlo a modo tuo. Il punto di partenza è uguale ad altri ma il percorso per arrivare alla meta è diverso


Nessun commento:

Posta un commento