lunedì 11 maggio 2015

motivAzione | "Penso che non dimagrirò mai!". Che fare?

Quante volte nel corso di un tentativo per perdere peso ci capita di disperare di farcela? Il "penso che non dimagrirò mai" è un pensiero catastrofico che formuliamo quando le difficoltà ci sembrano insormontabili, quando cambiare ci costa immensa fatica, quando rimanere come siamo ci sembra più facile che diventare come vorremmo essere. 

Una predizione così pessimistica del futuro non può che condizionare negativamente la nostra autoefficacia, ovvero la nostra percezione di riuscire a dimagrire. E' come se un ragazzo che ha voti bassi a scuola si dicesse continuamente "Sono un asino!": a forza di ripeterselo, se ne convincerebbe e inizierebbe a pensare "E' inutile che mi impegni, non ce la farò mai". Questo non lo aiuterebbe, anzi non farebbe altro che peggiorare il suo profitto. 

Lo stesso vale nel caso di un percorso di dimagrimento: se ci ripetiamo che non ce la faremo, primo, non faremo niente affinché il corso delle cose cambi, secondo, avremo un'immagine sempre più negativa di noi e sempre meno possibilità di conseguire un successo.

Cosa fare allora? Bando al catastrofismo. Piuttosto riformulate il pensiero in chiave motivazionale. "Non dimagrirò mai" deve diventare "Non dimagrirò se continuerò a comportarmi così". Cosa fare allora per comportarci in modo più funzionale al raggiungimento dei risultati? Le domande da porci sono: cosa posso fare di meglio per perdere peso? Quali abitudini posso correggere? Quali errori posso evitare? 

E' difficile cambiare dall'oggi al domani. Un cambiamento è un processo che paragono ad una passeggiata in montagna: c'è chi prende la scorciatoia, arriva prima ma facendo più fatica; c'è chi sceglie la strada comoda, allungando ma arrivando comunque. 

La stessa cosa vale per il percorso di dimagrimento. Alcuni scelgono di adottare le buone abitudini tutte insieme. Ma se avete particolari difficoltà, siate onesti con voi stessi: il tutto-e-subito non fa per voi! Nel vostro caso, è più utile partire da una buona abitudine alla volta; quando quella sarà consolidata, ne acquisirete un'altra fino a che potrete dire di avere uno stile di vita impeccabile. 

Passate al vaglio i comportamenti che ritenete non salubri: abuso di dolci, abuso di alcolici, assunzione insufficiente di fibre, e così via. Stabilite l'abitudine sulla quale volete intervenire prima, partendo da quella che vi costa meno fatica correggere. Man mano che il vostro stile di vita migliorerà, potrete constatare che i risultati arriveranno, starete meglio e sarete più vicini al vostro peso ideale. Di conseguenza anche autostima e autoefficacia aumenteranno e si innescherà un circolo vizioso che vi porterà a raggiungere gli obiettivi desiderati.

Nessun commento:

Posta un commento