lunedì 9 dicembre 2013

motivAzione | "Vorrei tanto dimagrire ma mi sembra così difficile!" Rendiamolo facile.

Se hai provato millemila volte a metterti a dieta ma non hai avuto risultati in questo articolo ti spiego il da farsi.

Oggi mi rivolgo infatti a coloro che hanno fatto tantissimi tentativi, che le hanno provate tutte. C'è chi conosce quella di Herbalife o a base di qualche altro beverone, chi ha seguito quella low carb o iperproteica che dir si voglia, chi ha provato persino a saltare i pasti e digiunare. 

Ma niente! Nonostante l'iniziale buona volontà non è durata. Puoi aver avuto qualche piccolo risultato, tipo 1-2 kg in meno, ma poi la motivazione è andata scemando e hai finito per mollare.

Qual è stato il problema? E come uscirne? Come facilitare questo percorso? Per individuare le soluzioni dobbiamo riconoscere le tre cause principali che ci portano ad abbandonare la dieta:

- dieta ferrea: se la dieta è formulata in modo scorretto rispetto ai nostri fabbisogni, che sia l'ultimo ritrovato della scienza o che ce la siamo imposti da soli, sarà un altro buco nell'acqua. Perché? Fondamentalmente perché la fame è tale che non siamo in grado di resisterle. Vincerà lei se non stai seguendo la dieta giusta.

- obiettivi non realistici: di certo non possiamo aspettarci di perdere 15 kg in un mese. Non possiamo nemmeno aspettarci di dimagrire schioccando le dita! Sarebbe bellissimo ma non funziona così, purtroppo.


- sensi di colpa: a molti capita di fare dei "fuori pista" e dopo di sentirsi crollare il mondo addosso. A mio avviso questo atteggiamento è più svantaggioso che produttivo.

Che fare quindi?

- scegli il metodo giusto: se scegli una dieta adatta ai tuoi fabbisogni, la sensazione di fame sarà ridotta al minimo e seguire la dieta sarà più semplice. Con il metodo giusto hai già ottime possibilità di raggiungere gli obiettivi.

- non farti venire sensi di colpa: se sei uscito al di fuori della dieta non colpevolizzarti. Come dico sempre ai miei pazienti, ci interessa acquisire abitudini alimentari corrette per perdere peso ma anche mantenerlo. Se segui la dieta in modo corretto per 350 giorni all'anno, poco ci importa dei restanti 15!

- credici: per crederci occorre che sei desideroso ovvero che vuoi dimagrire e che ti senti pronto, cioè che è venuto il tuo momento, che senti che è il momento giusto. E soprattutto devi ritenerti capace: senz'altro ce la puoi fare perché possiedi delle risorse che tu stesso ti riconosci e che devi utilizzare.

- concentrati sui vantaggi del dimagrire: nel momento in cui progettiamo o proviamo ad attuare un cambiamento, ci vengono in mente sia i lati positivi sia quelli negativi. Ti può aiutare scrivere i lati positivi del seguire una dieta dimagrante. Per quanto riguarda i lati negativi, trasformali in positivo.

- anteponi i "voglio" ai "devo": spesso ci sentiamo insoddisfatti e "in gabbia". Se sentiamo che ci manca la libertà e per recuperarla facciamo scelte alimentari che ci fanno sentire liberi ed autonomi. Dobbiamo imparare a rispondere allo stress in modo alternativo, sperimentando attività che possono accrescere il nostro senso di libertà. Ci hanno inculcato l'idea che "L'erba voglio non cresce neanche nel giardino del re". Ma a chi giova?

Nessun commento:

Posta un commento